Energia creata dai rifiuti (WTE)

Nelle metropoli globali, ogni cittadino produce in media 500 kg di rifiuti all'anno. Complessivamente, questo rappresenta un considerevole volume giornaliero e annuale. L'incenerimento o il trattamento termico riducono questo volume di circa 90%. Il volume residuo è completamente igienizzato dal processo di combustione, in altre parole tutte le sostanze pericolose e patogene vengono rimosse. Grazie alla moderna tecnologia di pulizia dei gas di scarico, il processo è pulito e sicuro.

Durante il recupero termico, l'energia contenuta nei rifiuti viene convertita in quantità significative di energia elettrica e teleriscaldamento, riducendo così la necessità di utilizzare i combustibili fossili dannosi per il clima come il gas naturale, il petrolio greggio o il carbone. I rifiuti domestici hanno un valore termico medio di 9 - 11 MJ/kg, sebbene si noti che questi rifiuti sono di per sé molto disomogenei.

Questo enorme investimento sui rifiuti come quello dei termovalorizzatori risolve diversi problemi quali:

  • Riduzione dei rifiuti del 90%
  • Produzione di energia elettrica e termica da energia dei rifiuti
  • Trattamento dei rifiuti
  • Recupero dei materiali contenuti nei rifiuti